Nasce il “Leo Club Adriano Olivetti” Monza

a cura di Rosalia Oddo, 4F

Martedì,  9/03/2021 il nostro istituto ha inaugurato il nuovo “Leo Club Monza Adriano Olivetti”, entrando a far parte della grande famiglia del Lions Club International e del “braccio” giovanile  sostenuto dall’associazione “Lions Club Carate Brianza Cavalieri”.

 

L’evento è stato celebrato nella palestrina del nostro istituto con la partecipazione dei 20 neo soci, con a capo la presidente Rosalia Oddo della classe 4F, le docenti di indirizzo Concetta Quaranta, Katiuscia Diaco, Giovanna Calora e la preside Renata Antonietta Cumino, che fin dall’inizio ha creduto nell’iniziativa. La cerimonia di inaugurazione è avvenuta da remoto, a causa delle restrizioni dovute dalla pandemia da Covid-19, e  hanno preso parte le autorità del Centennial Charter President del Lions Club Carate Brianza Cavalieri  con il presidente Alessio Varisco , il Governatore del Distretto LION 108 Ib1 Roberto Simone,  il Segretario del Distretto LION 108 Ib1 Lorenzo Dalu e infine il Cerimoniere del distretto LION 108 Ib1 Sergio Bignami che ha presentato la Charter del nuovo Leo Club riconosciuto dalla sede internazionale di Oak Brook.

A causa del protrarsi della pandemia da Covid-19 la partecipazione degli studenti alle attività di PCTO all’esterno dell’istituto sono piuttosto limitate, e l’associazione Lions Club Carate Brianza Cavalieri ha commissionato ad alcune  classi della nostra scuola un Project Work. “L’applicazione da parte delle classi interessate alla ricerca ha permesso agli alunni di acquisire aspetti relativamente al lavoro in èquipe, di conoscere aspetti della storia locale e nazionale, di  applicare le abilità digitali acquisite durante il percorso di studi, raggiungendo un risultato positivo con tante soddisfazioni “, così rispondono gli alunni al termine di questa emozionante giornata.  

 

Il primo project work che ha interessato e coinvolto alcune classi 4° e 5° del nostro istituto, è intitolato “La via del Beato Rainaldo da Concorezzo” una sorta di itinerario storico, artistico ed enogastronomico lungo i  luoghi di fede nell’epoca medioevale, da lui visitati. Le mete sono sparse in tutto il nostro Paese;  numerose le località interessate dalla ricerca che hanno visto la storia di questo importante personaggio: in  Lombardia, in Emilia Romagna, nel Casentino toscano, in Umbria e nel Lazio. Il testo diventerà un interessante ipertesto e comprenderà anche ricette della gastronomia medioevale, qualcuna rivisitata in chiave moderna, con abbinamenti di vini tipici. 

Quest’anno si celebra il settecentennario dalla scomparsa del Beato Rainaldo che non solo è stata una figura storica religiosa, ma anche il padre fondatore del diritto; infatti prosciolse nel 1311 con formula piena i Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis noti come i Templari, verso i quali non impiegò la tortura quale mezzo per l’estorsione delle “confessioni”. La raccolta di informazioni riguardo la vita del beato Rinaldo non è stata semplice, anche sul web poche le fonti chiare ed esaustive. Gli   alunni hanno sperimentato la ricerca di informazioni tramite la lettura e analisi di libri, articoli su riviste di settore, enciclopedie e  testi storici, con l’unico obiettivo di ottenere un prodotto finale chiaro, articolato e completo.  

Il prodotto  della collaborazione tra il nostro istituto e il Lions Club Carate Brianza Cavalieri è facilmente reperibile a breve  sul sito web ufficiale dei Lions scansionando un QR CODE che indirizzerà al libro digitale composto da 12 capitoli.

sito web Lions:  http://www.lionsclubcaratebrianzacavalieri.it/

Invitiamo i lettori ad aderire all’iniziativa “La storia siamo noi” caricando le proprie esperienze significative e le foto.

Precedente Quando Tucidide raccontò la pandemia Successivo Freedom Writers, atto sesto: vale sempre la pena