Freedom Writers, atto sesto: vale sempre la pena

Come dice Viktor Frankl nel suo libro «Uno psicologo nei lager», la vita «vale la pena di essere vissuta in qualunque situazione o, meglio, l’essere umano è capace, anche nelle peggiori condizioni della vita, di mutare una tragedia personale in un trionfo».

A questa citazione fa eco quella di Friedrich Nietzsche «chi ha un perché per vivere può sopportare quasi ogni come», per dimostrare che l’esigenza di scoprire il senso di quello che viviamo è una esigenza tipica della ragione dell’uomo.

Aggiunge Frankl che «quando non siamo in grado di cambiare una situazione, ci troviamo davanti alla sfida di cambiare noi stessi». È quello che documentano questi pensieri dei nostri ragazzi: tutto nella realtà può essere un ostacolo e, al tempo stesso, un’occasione di crescita.

Precedente Nasce il "Leo Club Adriano Olivetti" Monza Successivo Educazione civica: una nuova materia per diventare cittadini responsabili